Assistenza Sanitaria Grandi Eventi

 Le numerose manifestazioni sportive ed eventi pubblici maggiori presenti sul nostro territorio richiedono costantemente la presenza di assistenza sanitaria dedicata. Croce Rossa Italiana supporta l’organizzazione di questi appuntamenti garantendo la presenza di personale volontario qualificato alla gestione dell’emergenza. Esempi di questo tipo di servizio sono eventi di rilievo quali: la Gran Premio Costa degli Etruschi,gare ciclistiche minori, e le tante iniziative estive a Marina di Castagneto, i raduni allo Stadio Bagigalupo, e presso i due impianti sportivi coperti quello di piazzale Europa e quello di via del Fosso  in occasione di partite in occasione delle partite di campionato delle nostre squadre di Calcio, Pallacanestro, e Pallavolo.

Allo scopo di facilitare la richiesta del mezzo di soccorso con personale volontario  Specializzato nell'AREA DOWNLOAD  troverete  il modulo per la richiesta da inviarci con largo anticipo.

PROGETTO PAD (PUBLIC ACCESS DEFIBRILLATION)

  Ogni anno, in Italia, circa 60.000 persone muoiono per arresto cardiaco e senza una terapia d’urgenza solo il 5-10 per cento delle persone colpite riesce a sopravvivere. L’intervento dell’ambulanza, anche se attivata immediatamente, può non essere sufficientemente rapido, al contrario dell’aiuto che invece può fornire chi si trova già sul posto, purché sappia mettere in pratica le procedure di soccorso.   Il progetto PAD (Public Access Defibrillation) della Croce Rossa ha lo scopo di diffondere tra la popolazione la cultura della formazione e del soccorso laico che, le percentuali lo dimostrano, riesce a far crescere decisamente la percentuale di vite salvate.   Ampio riscontro hanno trovato l’insegnamento delle manovre di Rianimazione Cardio Polmonare (RCP).

Defibrillatori negli impianti Sportivi:

c’è il regolamento

FIRENZE - Defibrillatori negli impianti sportivi, la giunta regionale ha approvato ieri il regolamento attuativo della legge regionale dell'ottobre 2015. «Era importante approvare questo regolamento - sottolinea l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi -, che fissa una serie di norme per la collocazione dei defibrillatori, la loro manutenzione, la presenza, all'interno degli impianti sportivi, degli operatori opportunamente formati. Come Regione vogliamo garantire a chiunque fa sport la tutela della salute e un intervento tempestivo in caso di problemi cardiaci».Il regolamento prescrive che in ogni impianto sportivo (gestito da soggetti pubblici, da associazioni, da privati) debba essere disponibile, accessibile e funzionante almeno un defibrillatore semiautomatico esterno.

15 giugno 2016

 
 
 
 
cridonoratico.it © 2006 v1.0 - Tutti i materiali presenti su queste pagine sono di proprietà di C.R.I comitati locale di Donoratico. - Web design by Esse-I Soluzioni Informatiche